Dichiarazione di successione

Studio tecnico roma sud

Apertura della successione ereditaria

dichiarazione di successione

★★★★★- Giornale Locale, Novembre 2014 


La successione si apre al momento della morte del cespite. Se il defunto non ha predisposto un testamento gli eredi, i legatari, i tutori o i curatori dell'eredità sono tenuti a presentare la dichiarazione di successione entro un anno dalla data del decesso all'ufficio del Registro competente in base all'ultima residenza del defunto.


 

Aprire la dichiarazione di successione


Forniamo consulenza e assistenza per:


• Presentazione dichiarazione di successione;

• La documentazione che gli eredi dovranno presentare;

• La compilazione della dichiarazione di successione (beni immobili, beni mobili e passività) e delle volture catastali;

• La presentazione presso gli Uffici Finanziari competenti ( Ufficio del Registro, Ufficio Tecnico Erariale) della dichiarazione di successione, del pagamento delle imposte;

• La presentazione dei documenti relativi alla "riunione di usufrutto" in caso di decesso dell'usufruttuario.


Documenti per dichiarazione di successione


I documenti da presentare sono:

• Certificato di morte;

• Stato di famiglia del defunto e degli eredi (o autocertificazione);

• Eventuale documentazione delle passività (debiti del defunto, spese funerarie);

• Nel caso in cui nell'asse ereditario siano presenti terreni o fabbricati: atto di compraventida, donazione o dichiarazione di successione; per i terreni certificato di destinazione urbanistica.

• Visure catastali recenti di terreni e fabbricati che entrano nella successione.



L'imposta di successione


La presentazione della dichiarazione di successione comporta il pagamento dell'imposta sulle successioni riguardante tutti i beni ed i diritti trasferiti per causa di morte ed è dovuta dagli eredi:

le imposte ipotecaria, catastale, di bollo, la tassa ipotecaria, i tributi speciali (per esempio, diritti di segreteria, tributi per copie di certificati) e i tributi speciali catastali (per esempio, i tributi per certificati, copie ed estratti degli atti e degli elaborati catastali). Per il versamento di tali tributi va utilizzato il modello F23.


Tasse di successione immobili: per fabbricati e terreni si applicano l'imposta ipotecaria pari al 2% del valore catastale dell'immobile e l'imposta catastale pari all'1% del valore catastale per l'immobile. Le tasse di successione si calcola su tutti gli immobili caduti in successione con un minimo di 200,00 Euro qualora gli importi calcolati siano minori.


La voltura catastale


Se nell'eredità ci sono immobili (terreni e fabbricati), entro i 30 giorni successivi alla presentazione della dichiarazione di successione, deve essere presentata all'ufficio del territorio di competenza la richiesta di voltura. La voltura ha la funzione di aggiornamento dei dati catastali sia riguardo ai soggetti proprietari sia riguardo la misura del possesso.




L'agenzia delle entrate restituisce al dichiarante:


  • una ricevuta di accettazione;

  • le copie della dichiarazione di successione necessarie per le volture catastali;

  • le copie richieste dalle banche per svincolare conti correnti e titoli tramite apposizione di marca da bollo.


Quanto costa la dichiarazione di successione:
lo studio si occupa dell'apertura della successione nel territorio di Roma e provincia a partire da Euro 490.00. Il costo della dichiarazione di successione può essere stimato in modo preciso in base all'eredità richiedendo un preventivo.







Per qualsiasi info puoi scriverci all'indirizzo mail:

studiotenicoromasud@gmail.com

 

Come fare la dichiarazione di successione?

apertura successione roma